INTERIOR DESIGN

CAD ARREDAMENTO

CORSO DI INTERIOR DESIGN
Il corso di Interior Design è rivolto a tutti coloro che nutrono la passione per l’arredo d’interno e traducono in pratica le proprie idee di vivibilità degli spazi, di utilizzo dei materiali, di combinazione dei colori.

Sapere progettare gli interni di un’abitazione, di un ufficio, di uno spazio pubblico vuol dire regalare agli altri momenti di vita in cui le persone si trovano a loro agio con la gioia e la serenità di chi gode la fruibilità di spazi ad essi riservati.

Per ottenere questi importanti e gratificanti risultati, occorre conoscere le tecniche e gli strumenti da utilizzare.

È ciò che ti insegna il corso di Interior Design degli Istituti Verona. La realizzazione fisica e funzionale dell’idea è il traguardo che ti aiuteremo a raggiungere.

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono acquisire e mettere in pratica le competenze per realizzare un progetto, siano essi neofiti di questo genere di attività, sia che si tratti di architetti, geometri o ingegneri che vogliono affinare le conoscenze già acquisite.

Gli sbocchi professionali sono diversi. Dagli studi di architettura alle aziende che producono materiali di arredo, oppure alle aziende che allestiscono fiere e show-room.

La figura del Designer d’Interni ha conquistato nell’ultimo decennio una così rilevante importanza nella costruzione di edifici, pubblici o privati che siano.

Il corso ha una durata biennale (200 ore).

corso interior design

Disegno e tecniche di rappresentazione grafica

Si tratta di apprendere le basi del disegno,  sia dal punto di vista concettuale, che operativo. Questa parte del corso è ricca di esercitazioni per mettere subito in pratica le prime tecniche acquisite.

  • Il disegno, concetti introduttivi.
  • Gli strumenti del disegno.
  • Il disegno geometrico.
  • Il rilievo e i sistemi di quotatura.
  • Le proiezioni ortogonali.
  • Le proiezioni prospettiche.
  • Le tecniche di coloritura (pennarelli, matite, pantoni).
  • Esercitazioni.

Teoria del colore

L’occhio umano si posa principalmente sugli oggetti colorati. Il colore e gli stimoli che da esso derivano sono dunque una parte fondamentale affinché un interno sia gradevole per chi lo vive. È necessario sapere combinare i colori tra loro, sia nei contrasti che nelle gradazioni. Attraverso queste conoscenze il designer può affinare il proprio gusto ed esprime al meglio la propria personalità creativa.

  • Progettare il colore.
  • Accordi cromatici.
  • Lessico del colore.
  • Interpretazione psicologica e simbolica del colore.
  • Colore dei materiali e dei rivestimenti.
  • Esercitazioni (plastici, accordi cromatici).

Teoria del campo e struttura delle forme

Vivere in casa, in ufficio, in uno spazio comune significa condividere. Non solo con altre persone, ma anche con gli spazi che abbiamo a
disposizione. Spazi che devono seguire la nostra psicologia di vita, ma anche le esigenze quotidiane di chi li utilizza. Non si parla solo di
fruibilità degli spazi e degli arredi, ma anche di armonia delle forme. Questa parte del corso traghetta lo studente già nelle fasi  di progettazione vere e proprie. Dalla teoria si passa alla pratica.

  • Campo geometrico e intuitivo.
  • Analisi del tipo e tipologia.
  • Esempi di organizzazione interna.
  • Commisurazione di elementi spaziali di arredo.
  • Teoria del campo.
  • Il campo come schema progettuale.
  • Esempi pratici di progettazione.
  • Spazio fisico e psicologico: caratteristiche e percezione.
  • Illusione ottica e correzione spaziale.
  • Esercitazioni.

Metaprogetto

Lo studio ergonomico è alla base di ogni progettazione professionale degli interni. Si tratta di approfondimenti necessari per ottimizzare lo stile di vita all’interno di uno spazio abitativo. L’ergonomia mette alla base gli effetti dei materiali e della tecnologia sulla salute dell’uomo, sui suoi comportamenti e attività di routine. Lo preserva anche dall’insorgere di effetti dannosi. Questa fase del corso parte
dall’analisi del soggetto per confrontarsi poi con varie soluzioni abitative possibili e già realizzate.

  • Analisi dei bisogni.
  • Orientamenti ottimali.
  • Caratteri distributivi dello spazio abitativo privato.
  • Schemi con percorsi e funzioni.
  • Ergonomia.
  • Tipologie residenziali ricorrenti.

L’arredamento stanza per stanza

Stare bene con ordine e praticità. Questo è uno dei risultati essenziali da raggiungere con una adeguata progettazione. In ogni stanza gli arredi devono garantire la massima facilità d’uso, le giuste condizioni di resistenza, l’accessibilità degli spazi di passaggio o per riporre quanto è necessario. Tutto deve essere a portata di mano e deve consentire il massimo ordine.

  • L’ingresso.
  • La cucina.
  • La zona pranzo.
  • Il soggiorno.
  • Lo studio.
  • La camera da letto.
  • Il bagno.Per ogni stanza

Per ogni stanza

  • Studio dell’arredo fisso e mobile.
  • Luci, colori e illuminazione.
  • Studio della distribuzione.

Complementi d’arredo

Anche il design ha la sua storia. Averne conoscenza significa seguirne l’evoluzione, il diverso utilizzo dei materiali e le mutazioni dei costumi. Si ripercorre così la strada diogni elemento dello spazio abitativo, anche in funzione delle fonti di luce provenienti dall’esterno e da quelle che sono necessarie per ottenere il massimo comfort nelle ore notturne.

  • Introduzione alla storia del design.
  • Breve excursus sugli oggetti più celebri della storia del design.
  • Le porte, gli infissi, i serramenti.
  • Le scale.
  • I controsoffitti.
  • I tessuti per l’arredamento.

La luce nel progetto

Nell’ evoluzione dei costumi si inseriscono anche le tecnologie più avanzate, quali la domotica, che peraltro sono molto utili ai fini del risparmio energetico.

  • Tipologia delle fonti luminose.
  • Arredare con la luce.
  • Cenni di domotica.

I materiali

La scelta dei materiali, dipende molto dal gusto personale del designer, ma anche dagli ambienti in cui si vogliono collocare, dagli stili di vita di chi li abita e dall’ utilizzo che se ne vuole fare. Per una scelta appropriata, dunque, è necessario conoscere a fondo come essi si
comportano nelle varie situazioni in cui fisicamente si trovano e qual è la loro destinazione ottimale.

  • Le piastrelle ceramiche.
  • Le piastrelle in cotto.
  • I pavimenti in legno.
  • I pavimenti in marmo.
  • I pavimenti tessili.
  • Il marmo.
  • I laminati plastici.
  • I materiali dei piani cucina.
  • I nuovi materiali.
  • Le resine.

Gli impianti

Non è possibile progettare un interno senza tenere conto di quanto, a corredo, viene utilizzato per una indispensabile vivibilità degli ambienti. Dall’ impianto idraulico a quello per il riscaldamento, sono elementi fondamentali che non possono trovarsi alienati da una progettazione sensata e professionale. La conoscenza delle norme e delle tecnologie che favoriscono il risparmio energetico aumenterà le capacità per una progettazione più consapevole.

  • Introduzione agli impianti.
  • Impianto di riscaldamento.
  • Impianto elettrico.
  • Nuova normativa sul risparmio energetico.
  • Le fonti naturali.

Progettazione con software

Lo studio e l’utilizzo dei software necessari per progettare gli interni sono indispensabili per il designer moderno. Questa parte del
corso garantisce la padronanza delle conoscenze informatiche necessarie e le metterà in pratica grazie a continue e approfondite esercitazioni.

Progettazione con software Autocad:

Realizzazione di una pianta completa di quote, testi, tratteggi, delle indicazioni progettuali, utilizzo di blocchi legati all’arredo, all’impiantistica elettrica. Stampa, esportazione dei file prodotti per poterli inserire in presentazioni professionali.

  • Il disegno vettoriale: l’interfaccia di Autocad, righe di comando, strumenti e tasti funzione: creazione di un nuovo disegno, il disegno con le coordinate, il disegno ortogonale, il disegno con gli snap.
  • Visualizzazione del disegno (zoom e pan) salvataggio e chiusura. Metodi di selezione, selezione Multipla.
  • Lavorare con i Layer (creazione, definizione colore, spessore e tipo di linea, blocca, congela, spegni ecc.).
  • Basi del disegno: gli strumenti del disegno (linea, polilinea, rettangolo, arco, cerchio ecc.), gli strumenti di modifica (copia, sposta, ruota, stira, scala, taglia, estendi, specchia ecc.).
  • Il tratteggio.
  • Il testo.
  • La quotatura.
  • Strumenti di misurazione (lunghezza, area, polilinea, tratteggio).
  • Lavorare con i blocchi (importa, crea, mblocco, ecc.).
  • Stampare o esportare (pdf) in scala, utilizzare stili di stampa.

Progettazione con software Sketchup:

Introduzione a Sketchup:

  • Sketchup: le 2 versioni, flusso di lavoro.
  • Interfaccia: barre degli strumenti e panelli.
  • Navigazione 3d.
  • Selezione e deselezione, cancella, annulla/ripeti.
  • Principi di disegno in Sketchup.
  • Strumento di modellazione: sposta, spingi/tira, Ruota.

Gestione del modello e librerie online:

  • Layer, gruppi e componenti.
  • Componenti dinamici.
  • Creare ed aprire una libreria.
  • 3d warehouse.
  • Nidificazione di gruppi e componenti.

Strumenti di modellazione e importazione formati cad:

  • Panoramica strumenti di modellazione, estensioni Sketchup.
  • Strumenti di modifica: segui, scala, offset.
  • Strumenti solidi: interseca, unione, sottrai, finitura, dividi.
  • Importazione file cad.

Materiali e luci e stampa:

  • Materiali e librerie.
  • Luce naturale.
  • Stili, scene.
  • Quote e testi.
  • Stampa.
  • Esportazioni immagini.
  • Esportazione in vari formati.

Rendering:

  • Estensioni di sketchup, esempio V-Ray.
  • Proprietà delle camere.
  • Luci naturali ed artificiali.
  • Materiali.
  • Rendering.
rendering

INTERIOR DESIGN

CAD ARREDAMENTO

RICHIEDI INFORMAZIONI Sei interessato a questo corso? Compila il modulo sottostante.

Nome (richiesto):

Cognome (richiesto):

Telefono(richiesto):

La tua email (richiesto):

Città:

Sono interessato a:

dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettare le norme in essa contenute.